Dott.ssa Katia Santarelli

Mi sono formata nelle Marche, dove ho frequentato la facoltà di Psicologia Clinica e di Comunità ad Urbino, iniziando il percorso che ha segnato tutta la mia carriera.

 

La mia curiosità per tutto quello che riguardava il comportamento umano iniziò sin da subito a non avere limiti, l'interesse per le Dipendenze e i Disturbi di Personalità su cui realizzai poi la mia tesi di laurea in collaborazione con il Servizio Sanitario di Alcologia, le Neuroscienze e la Neuropsicologia approfondita con l'attività di tirocinio, gli strumenti di indagine psicopatologica approfonditi con il Corso Post Laurea, fino ad orientarmi nell'area della Terapia dei disturbi psicopatologici e da qui la scelta della scuola di psicoterapia, caduta sull'affascinante Scuola di Psicoterapia Cognitivo Comportamentale, diretta dal Prof. F. Mancini, pietra miliare della mia formazione.

 

Nel frattempo collaborazioni importanti: l'esperienza presso la Residenza Conero Anni Azzurri e soprattutto con l’Ambito Territoriale Sociale XII ed il Centro di Salute Mentale Nord di Falconara Marittima dell’Area Vasta 2 Asur Marche, sfociata poi in un rapporto di collaborazione più che decennale.

 

In questo contesto la mia esperienza è stata fortemente rafforzata dal ruolo di coordinamento dello sportello psicologico nel Comune di Chiaravalle del "Progetto Sollievo" progetto di portata regionale mirato al reinserimento sociale degli utenti con disagio psichico e al sostegno delle famiglie. In questo terreno delicato e fertile di conoscenza mi sono messa in gioco non solo come professionista ma anche come persona in un setting terapeutico che non era il solito mediato dal ruolo professionale perchè costantemente coinvolta in esperienze di vita quotidiana a contatto con la routine e la sofferenza delle persone, maturando così notevole esperienza nella riabilitazione psichiatrica, nella gestione delle problematiche familiari e nella conduzione dei gruppi di auto e mutuo aiuto e psicoterapeutici.

 

Poi la sfida della libera professione, in un momento storico difficile nell'ambito sociale ed economico, ma anche del benessere psicologico. Il mio interesse per la terapia dei disturbi psicopatologici, confrontata con il mutare delle patologie presenti nel territorio, mi ha portato ad integrare la mia formazione cognitiva con i più moderni strumenti terapeutici in arrivo da oltre oceano.

 

E quindi la formazione continua nei nuovi approcci terapeutici, tra cui la ACT (Acceptance and Commitment Therapy) e la Schema Therapy, recentemente sbarcata in Italia con Il Dott. A. Carmelita, il nuovo sistema di psicoterapia che integra elementi di terapia cognitiva comportamentale, della Gestalt, della psicoanalisi, della teoria dell’attaccamento, della psicoterapia costruttivista, della psicoterapia focalizzata sulle emozioni, in un modello esplicativo chiaro ed esaustivo formulato dal Dr. Jeffrey Young, molto efficace in una grande varietà di disturbi relazionali e situazioni di malessere psicologico.

Aree di intervento

  • Relazionale e affettiva
  • Dipendenze patologiche
  • Disturbi dell'umore, ansia, fobie
  • Genitorialità efficace
  • Disfunzioni psicosessuali

Tecniche terapeutiche

  • Psicoterapia Cognitivo Comportamentale
  • Schema Therapy
  • ACT
  • Analisi Funzionale
  • Training Autogeno